Guadagnare con Telegram: si possono davvero fare soldi?

Negli ultimi anni il web con i social network ha creato numerose opportunità di guadagno per chi sa sfruttarle e tra queste c’è anche Telegram (in Italia circa 15 milioni la utilizzano). In questo articolo ti spiego come puoi utilizzare Telegram per guadagnare dei soldi.

Ovviamente, anche zonamarketing.it è presente su Telegram, questo è il link del canale e se ancora non ne fai parte ti invito ad unirti immediatamente perché potresti perderti numerose notizie e promozioni legate al marketing online.

Comunque, è arrivato il momento di partire dalle basi. Prima di capire come si possono fare dei soldi con Telegram vediamo insieme cos’è e quali sono le sue potenzialità.

Cos’è Telegram

Utilizzo Telegram ormai da parecchi anni, sia per lavoro ma anche per chat personali. Nella mia cerchia di amici sono stato il primo a scoprire questa magnifica applicazione. Sai com’è lo scoperta? Tramite la promozione di alcuni canali di offerte (ma di questo te ne parlerò meglio a breve).

Telegram è un’app di messaggistica simile a Whatsapp. Nata in Russia, offre numerosi servizi ed è totalmente gratuita (in realtà da qualche tempo è stata lanciata anche la versione Premium ma non è indispensabile essere abbonati per iniziare a guadagnare dei soldi), quindi è da sfruttare assolutamente per generare dei guadagni.

Quasi tutti oggi hanno un account Telegram. A mio modesto parere molto più comodo di Whatsapp, anche per chattare con i propri contatti, grazie alle tantissime funzionalità aggiuntive. Di Telegram amo il fatto che sia fortemente basata su cloud. È fantastico non dover pensare ai backup dei propri dati e anche la possibilità di avere l’applicazione su tantissimi dispositivi dopo una semplice configurazione iniziale.

Quello che mi fa sorridere è che ogni nuova funzionalità di Whatsapp è la copia di quello che succede su Telegram, l’esempio più lampante sono gli sticker, le reazioni ai messaggi oppure i video messaggi, lanciati prima da Telegram e dopo qualche mese sono arrivati anche su Whatsapp.

Purtroppo non è ancora abbastanza popolare da poter sostituire l’app di casa Meta ma ti consiglio di far coesistere le due applicazioni. Io vorrei evitare di utilizzare Whatsapp, ma vai a spiegare a mamma come funziona Telegram quando a malapena riesce a scattare una foto con il suo smartphone.

Su Telegram esistono, oltre ai tradizionali gruppi, i canali (altra funzionalità integrata ultimamente anche su Whatsapp). Un canale Telegram è molto comodo per comunicazioni unidirezionali, in quanto è a tutti gli effetti un gruppo in cui però solo gli amministratori possono scrivere o inviare messaggi. Se hai un’azienda o fai business online, devi sapere che i canali possono essere sfruttati come una forma di newsletter al posto delle tradizionali piattaforme di email marketing come GetResponse, in quanto le notifiche push al momento ricevono più attenzione rispetto alle tradizionali email spam che vanno a finire ogni giorno in migliaia di caselle di posta elettronica. Guadagnare con Telegram grazie ai canali non è difficile (e tra poco vedremo perchè).

Anche i bot Telegram sono molto popolari. Si tratta di chat particolari che se avviate ti permettono di interagire con un software al posto di un utente umano. Esistono diverse tipologie di bot, ad esempio per scaricare musica, per controllare gli orari dei treni, per calcolare il codice fiscale, per tracciare i prezzi dei prodotti Amazon e tanto altro.

Come guadagnare con Telegram: i metodi migliori

Quindi, arrivati a questo punto posso proporti una lista dei migliori metodi di guadagno su Telegram che secondo me vale la pena provare.

Fai Affiliate Marketing

Sono troppo di parte per non parlare anche in questo caso di affiliate marketing. Parliamoci chiaramente, sono un affiliato ed ho realizzato un corso sulle affiliazioni, perché non dovrei parlarne?

funzionamento affiliate marketing
Funzionamento affiliate marketing.

Se non sai di cosa stia parlando ti anticipo che con le affiliazioni hai la possibilità di vendere prodotti e servizi di altri e in cambio ricevere una commissione in percentuale sul venduto. Mentre, se hai bisogno di approfondire di più l’argomento ti consiglio di iniziare a leggere questi miei articoli:

Su Telegram funzionano molto bene i canali che pubblicano offerte e codici sconto guadagnando con diversi programmi di affiliazione: AmazonEbay o Booking. Vuoi qualche esempio di canali di offerte? Guarda la lista completa.

Ma che offerte dovresti pubblicare? Dipende tutto dalla nicchia di riferimento che sceglierai. Io, ad esempio nel canale Telegram di zonamarketing promuovo link affiliati di tool di marketing (ma anche hosting in affiliazione), di libri e corsi di formazione, ecc… Insomma, tutto quello che rientra nella mia nicchia e che reputo utile e di valore per i miei utenti.

Monetizzano allo stesso modo i canali Telegram che propongono pronostici sportivi giornalieri, infatti anche loro vengono ricompensati con una commissione da parte del sito di scommesse al quale fanno registrare gli utenti. Approfondisco l’argomento in questo articolo.

Vendi spazio pubblicitario

Se hai un canale o un bot Telegram con un numero buono di iscritti puoi vendere sponsor ad altri canali. Per guadagnare in questo modo, dalla barra di ricerca inserendo il termine “sponsor” ti verranno mostrati diversi gruppi di annunci di compravendita di sponsor. Decidi un costo orario in base al tuo canale e pubblica anche tu un annuncio.

Post sponsor del canale @listino_sponsor
Post sponsor del canale @listino_sponsor.

Inoltre, non ti dimenticare di inserire un contatto nella descrizione del canale, in quanto molte persone potrebbero contattarti direttamente da lì.

Poi ricorda che la pubblicità non è mai ben vista dagli utenti, quando ad esempio ci viene mostrata in televisione cambiamo sempre canale. Quindi, per rendere il tutto meno fastidioso agli utenti del tuo canale e per evitare di farli scappare cerca di non pubblicizzare canali scam o canali scadenti.

Quanto si può guadagnare vendendo pubblicità su Telegram? Solitamente è il gestore del canale a stabilire le proprie tariffe. Lo sponsor può essere effettuato dall’inserzionista secondo diversi criteri:

  • Tempo, dovrai lasciare il messaggio pubblicitario per le ore prestabilite. Previa pubblicazione, l’inserzionista dovrà effettuare il pagamento e fornire il post pubblicitario;
  • Visualizzazioni, dovrai lasciare il messaggio disponibile sul canale fin quando non raggiunge il numero di visualizzazioni prestabilite;
  • Membri, dovrai lasciare lo sponsor sul tuo canale fin quando il canale dell’inserzionista non raggiungere un determinato numero di iscritti. I nuovi link di tracciamento nativi di Telegram sono un punto a favore perché permettono di individuare gli utenti che si sono uniti tramite un particolare link. Si possono fissare anche dei limiti di tempo e di membri, dopodiche il link non è più valevole.

Vendi prodotti/servizi

Vendere servizi è un altro ottimo modo per guadagnare con Telegram. Se sei uno sviluppatore di bot Telegram puoi realizzare su richiesta bot per altre persone o aziende che ne hanno bisogno. Se sei un social media manager puoi includere nel tuo servizio anche la gestione di canali o bot del brand che stai seguendo. E così via.

Se posso darti un consiglio, quando vendi dei servizi che sia su Telegram o non, metti sempre a disposizione dei tuoi prospect un portfolio dei tuoi lavori (questo è il mio). Se sviluppi codice puoi caricare i tuoi progetti su delle repository Github, se in particolare sviluppi codice per Telegram puoi creare anche un canale in cui parli dei tuoi progetti inserendo anche le testimonianze dei tuoi clienti. Come afferma Cialdini in uno dei più popolari libri di copywriting, i feedback e le testimonianze sono uno dei fattori principali che spingono gli utenti all’acquisto.

Crea un canale/gruppo privato

Se sei un content creator potresti creare un canale/gruppo privato a pagamento in cui inserire materiale premium. Il pagamento può essere settimanale, mensile o annuale. Non hai alcun vincolo.

Esistono delle piattaforme come Pretopay che ti permettono di fare ciò, ad esempio Fabrizio Corona lo utilizza per farsi pagare in cambio delle sue classiche notizie scottanti. Ovviamente qui non inserisco alcun link promozionale.

Oppure riprendendo l’esempio prima, alcuni tipster condividono pronostici nei propri gruppi Vip, in cui gli utenti entrano solo dopo aver effettuato una registrazione ad un bookmaker indicato (ovviamente la registrazione avviene con il link affiliato e il tipster guadagna la propria commissione).

Puoi usare un canale Telegram come una sorta di membership in cui vendere il tuo video corso, al posto di utilizzare una piattaforma apposita come Kajabi o Teachable.

Vendi canali Telegram

I canali Telegram sono degli asset digitali a tutti gli effetti, così come lo è un blog, una pagina Facebook, un canale YouTube, ecc… Molti imprenditori digitali per guadagnare creano canali Telegram e dopo averli fatti crescere, decidono un prezzo e li vendono. Il cosiddetto Flipping, come avviene per i profili Instagram o anche nel settore immobiliare con Housers.

Anche in questo caso, il prezzo del canale lo decidi tu ed eventualmente puoi trattare con un ipotetico cliente. I parametri da tenere in considerazione quando si stabilisce il prezzo del proprio canale Telegram sono: la nicchia di riferimento, gli altri asset associati, il fatturato, il brand, le visualizzazioni dei post e la qualità del membri.

Per vendere un canale Telegram puoi pubblicare il tuo annuncio su gruppi di compravendita su Telegram stesso, su Facebook o sui tradizionali Forum ma fai attenzione. Per una maggiore protezione, utilizza delle piattaforme più sicure come Rankister le quali possono offrirti maggiori garanzie sul successo della trattativa.

Una volta ricevuto il pagamento dall’acquirente puoi trasferirgli la proprietà del canale tramite l’apposita funzione di Telegram. Considera che non puoi trasferire la proprietà se non hai attivato l’autenticazione a 2 fattori di Telegram da più di 7 giorni. Quindi, il consiglio è di attivarla subito (è utile per proteggere il tuo account, indipendentemente dal fatto che tu voglia vendere o meno un canale).

Sfrutta canali e bot che fanno guadagnare soldi

Lo scopo di questo paragrafo è del tutto informativo, infatti non farò il nome di alcun canale/bot. Il motivo è banale, esistono dei canali o dei bot che permettono di guadagnare dei soldi ma io sinceramente non li utilizzo perché secondo me sono mezzucci non duraturi, come per esempio il guadagno con i sondaggi. Devi essere consapevole però del fatto che ci siano diversi canali Telegram o bot che permettono di fare qualche soldo extra a settimana, ti faccio l’elenco in ordine dalla categoria più affidabile a quella meno affidabile:

  • Canali che condividono bonus di benvenuto e codici referral;
  • Canali per ricevere gratuitamente dei prodotti Amazon da rivendere;
  • Canali di tipster che condividono i propri pronostici;
  • Canali/bot di trader che condividono i propri trade.

Tre su quattro di questi canali sfruttano le affiliazioni per guadagnare, fossi in te un pensierino ai miei corsi lo farei (sono utili ed economici).

Ottenere delle donazioni

Vabbè, lo so che stai pensando. È vero con le donazioni non ci campi, al massimo puoi prendere un caffè al mese. Secondo me è un buon metodo da integrare a qualche altro.

Ti faccio il mio esempio. Da poco ho inserito su zonamarketing.it la possibilità di farmi delle donazioni, in particolare “Offrimi una birra”. Spesso mi capita di essere contattato in privato e di risolvere problemi o dubbi a lettori affezionati come te. In particolare, una decina di persone dopo avergli risolto il problema mi hanno ringraziato dicendomi:

Se non fossimo così distanti ti offrirei un caffè.

Siccome io di caffè ne prendo già abbastanza durante la giornata, mi dono detto ma sai che quasi quasi mi faccio offrire una birra a distanza.

Ripeto non è un metodo di guadagno che ti farà diventare ricco, ma quel gesto simbolico della birra mi gratifica molto. Quindi, pensaci bene se integrarlo tra le tue strategie di guadano Telegram.

Newsletter

Non tutti lo fanno ma ha un grande potenziale. Se hai un ecommerce e pubblichi sul tuo canale Telegram le offerte dei tuoi prodotti è molto probabile che più potenziali acquirenti leggano queste comunicazioni, cosa che ormai non è scontato avvenga con le email.

Non è un metodo diretto per guadagnare, ma in una strategia di marketing multichannel al giorno d’oggi anche Telegram deve essere presente.

Come creare un canale Telegram

Già da anni la maggior parte delle aziende importanti utilizzano diverse piattaforme di vendita online ed il web in generale per promuovere la loro attività, offrire sconti per diverse campagne promozionali. La stessa cosa viene fatta anche attraverso le applicazioni di messaggistica, canali che vengono visualizzati molto di più rispetto alle mail e che sono destinati a sostituire quasi completamente quest’ultimi.

In pratica, uno dei metodi più usati per guadagnare con Telegram attraverso i canali sono i programmi di affiliazione, per promuovere i prodotti di una o più aziende direttamente attraverso il proprio canale. Questo è uno dei metodi di guadagno del mio canale Telegram. In questo modo gli utenti sono sempre aggiornati su sconti e promozioni e l’affiliato guadagnerà una percentuale ogni qualvolta che attraverso uno dei link incollati un cliente acquista qualcosa. Non solo, in determinati casi si può guadagnare con questo metodo persino quando un utente visita il sito linkato oppure una pagina dell’azienda (affiliazioni PPC o PPV).

Molto interessanti sono anche le aziende che per ogni conversione offrono all’affiliato il prodotto venduto in maniera totalmente gratuita oppure gli mettono a disposizione sconti speciali. Quindi possiamo dire che vale la pena sfruttare anche questo metodo per aumentare i propri guadagni.

In conclusione possiamo dire che si tratta di un ulteriore strumento per gli affiliati che possono utilizzare per generare delle vendite e quindi dei guadagni. Invece di fare affidamento solo al proprio sito/blog e di promuovere la propria attività di affiliato attraverso l’email marketing ora si possono utilizzare anche i canali Telegram.

Per creare un canale Telegram impiegherai al massimo 5 minuti. Basta aprire l’applicazione, nelle impostazioni cliccare su “Nuovo Canale” e seguire la procedura guidata. Per guadagnare con un canale Telegram avrai bisogno di un nome carino per il canale che faccia capire fin da subito gli argomenti trattati all’interno e una foto altrettanto efficace. Io solitamente creo quasi tutte le grafiche dei miei progetti tramite Canva Pro, ma puoi usare lo strumento che più ti convince.

Una volta creato il canale, per iniziare a guadagnare devi incrementare il numero di membri. Attualmente Telegram offre la possibilità agli amministratori dei canali di aggiungere manualmente fino a 200 membri, quindi all’inizio puoi invitare amici e conoscenti. Fai attenzione però ad aggiungere solo utenti interessati ai contenuti proposti dal tuo canale. In alternativa potresti acquistare membri Telegram da uno di questi siti, che ho testato personalmente e si sono rivelati sicuri e affidabili.

La strategia maestra per aumentare i membri di un canale Telegram è la pubblicità. Non è mia intenzione approfondire troppo in dettaglio l’argomento in questo articolo, ma devi sapere che essenzialmente esistono tre strade per pubblicizzare il proprio canale:

  • a pagamento tramite pubblicità su altri social (Facebook Ads, TikTok Ads, ecc…) o su altri canali;
  • gratis tramite l’inserimento in elenchi pubblici (siti che in cui ci sono le classifiche dei migliori canali Telegram suddivise per categorie);
  • a pagamento comprando i membri su siti specializzati.

Come al solito, la pubblicità a pagamento è quella che porta risultati misurabili e più veloci nel tempo. E’ possibile anche utilizzare in combinazione le strategie, ma ricordati di utilizzare link personalizzati diversi per le diverse fonti di traffico in modo da controllare sempre chi performa meglio e chi peggio.

Come creare un bot Telegram

Un’altra metodologia che permette di guadagnare con Telegram consiste nella creazione di un bot (caricandolo su un servizio di hosting o tramite @botfather). Come premesso nei paragrafi precedenti, i bot Telegram sono dei particolari software che interagiscono con gli umani tramite la chat. Lo stesso avviene con i bot creati con ManyChat per Facebook Messenger.

Per esempio si può creare e collegare un bot sul proprio canale che rimanda ad un servizio che offri online oppure che rimanda ai servizi di terze parti. Tante aziende sono disposte a pagare per la pubblicità via Telegram, quindi se si hanno tanti iscritti è probabile che almeno un’azienda ti contatti per questo scopo. Ma non è tutto – puoi anche creare un bot ed inserire un link per ricevere delle donazioni.

Quel che è importante è non abusare mai dei bot, in quanto rischi di perdere vari iscritti. A nessuno piace ricevere tanta pubblicità e spesso gli utenti, stanchi di ricevere tantissime notifiche si cancellano (o silenziano le notifiche) dai canali troppo “aggressivi”.

Quanto si guadagna con Telegram

Sicuramente, come fanno in tanti, ti sarai chiesto: quanto si può guadagnare con Telegram?

La mia risposta (da imprenditore e ingegnere) è sempre la stessa: dipende! Dipende dal numero di membri, dalla qualità dei membri, dagli argomenti trattati, dall’amministrazione, dal brand e dalle potenzialità del canale.

Tra tutto ciò, quello che conta di meno probabilmente è il numero di iscritti (non vale sempre la regola: più siamo e meglio è). Per esperienza personale ho visto canali di 2k iscritti guadagnare più di canali con 50k iscritti.

Se vuoi diventare ricco con il tuo canale Telegram dovrai gestirlo al meglio. Il canale deve essere molto attivo (ovvero la percentuale di utenti che hanno le notifiche attive deve essere alta), questo dipende tanto dai metodi utilizzati per far crescere il canale (eventualmente fai sponsor sui social e compra utenti di qualità) e dalla sua stessa gestione, mi pare ovvio che se inizi a spammare le persone disattiveranno le notifiche ed entreranno nel canale una volta ogni morte di papa.

In conclusione, Telegram negli anni è destinato a crescere ancora grazie alle novità che sforna periodicamente. Se cerchi anche solo un modo per guadagnare qualche soldo extra, Telegram è una valida opzione. Come tutte le app di questo genere, anche Telegram viene utilizzato sempre di più in quanto più istantaneo e pratico rispetto all’email, quindi si tratta di un ottimo strumento per aumentare le proprie entrate (in alcuni casi passive), inoltre è del tutto gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto